Non so perché ho aspettato tanto a rifare il brodo di gallina!

Per me nei mesi invernali è come una coccola: scaldo le mani fredde sulla ciotola piena e nel frattempo inizio ad appagarmi con il profumo del brodo, cercando di pazientare un momento prima di berlo, per evitare l’ustione al palato che rovinerebbe la magia.

Voi lo preparate mai?

Questa è la ricetta di famiglia #tuttoinunpentolino, che in questo caso è una pentola ampia e bella profonda:

  • In tanta acqua metto 4 carote e 2 gambi di sedano tagliati a metà, una patata tagliata a pezzettoni e 2 cipolle tagliate in 4 spicchi.
  • Aggiungo una manciata di foglie di prezzemolo fresco tagliuzzate, un pizzico di sale iodato e pepe nero e una gallina intera eviscerata ben lavata.
  • Accendo il fuoco e porto ad ebollizione, dopodiché faccio proseguire la cottura a fuoco lentissimo per 1 ora e mezza o 2, spegnendo quando la carne della gallina è ben cotta in profondità.

A volte ceno solamente con il brodo con le sue verdure e la carne di gallina, in abbinamento a un po’ di pane integrale, ma la morte sua per me è l’abbinamento con i ravioli ripieni di verdure o formaggio, che cuocio direttamente nel brodo in un paio di minuti 💚

Vuoi condividere questo articolo?